Purina Pro Plan è un marchio PURINA. Scopri chi siamo.

Come supportare la salute del gatto anziano

Gatto seduto sulle gambe di una signora vestita di rosso seduta su una sedia a dondolo

Quando il gatto diventa anziano possono intervenire diversi cambiamenti che possono interessare a volte anche il suo comportamento. Ecco alcuni suggerimenti per essere di supporto al gatto in questa fase di vita.

Intorno al settimo anno di vita un gatto può essere considerato non più adulto. In questa fase della vita, in cui il gatto volge verso l’anzianità, ha necessità particolari: un occhio di riguardo va sicuramente alla sua alimentazione, ma in generale è necessario osservare sempre attentamente il felino domestico per riuscire a identificare subito qualsiasi segnale riconducibile a disturbi che potrebbero essere correlati all’età che avanza, così da poter consultare per tempo il medico veterinario di fiducia.

I cambiamenti di comportamento nei gatti anziani

In questa fase di vita possono manifestarsi numerosi e diversi cambiamenti nel comportamento del gatto. Talvolta alcuni gatti anziani potrebbero non bere a sufficienza e non essere adeguatamente idratati. Per aiutare ad aumentare l’apporto di liquidi si potrà fornire al gatto un alimento umido, secondo le razioni giornaliere raccomandate sulla confezione e su consiglio del medico veterinario.

Va tenuto presente che il gatto anziano potrebbe perdere massa muscolare e anche dimagrire. Sono diverse le cause che potrebbero portare un gatto anziano ad alimentarsi di meno e quindi conseguentemente a perdere peso, tra cui ad esempio una possibile parziale perdita dell'olfatto e del gusto oppure malattie del cavo orale o disturbi dell’assimilazione. Per questo motivo il peso corporeo va sempre controllato perché può essere un indicatore dello stato di salute del felino.

Un gatto anziano potrebbe inoltre sviluppare disturbi a carico delle articolazioni, per cui si potrebbe notare una riduzione della mobilità. Ci si accorge in questo caso che il gatto ha più difficoltà a camminare, a saltare e a giocare, ed evita di salire nei luoghi in cui è solito andare a rifugiarsi preferendone altri più facilmente raggiungibili. Se il dolore articolare o muscolo-scheletrico colpisce il collo, potrebbe far fatica a chinarsi sulla ciotola per mangiare: si rende allora necessario sollevare leggermente le ciotole da terra per agevolarlo quando mangia ed evitare che la posizione lo infastidisca.

Inoltre, si potrebbe notare che il gatto stia bevendo di più, o che comunque c’è una variazione nella quantità d’acqua che assume. In tutte le situazioni sopracitate è necessario rivolgersi al medico veterinario di fiducia che effettuerà indagini diagnostiche adeguate per ricercare l’eventuale causa sottostate.

Come essere di supporto al gatto durante questa fase di vita

È importante sottoporre i gatti anziani con più frequenza a controlli dal medico veterinario, in modo da riuscire a monitorare con una certa costanza lo stato di salute e scoprire precocemente i primi sintomi di eventuali patologie.

Il medico veterinario può aiutare a prendersi cura del gatto anziano in modo più consapevole spiegando quali sono i segnali e le manifestazioni legate alla terza età cui prestare attenzione.

Inoltre, è importante tenere presente che per i gatti anziani i cambiamenti delle abitudini e dell’ambiente in cui vive sono sovente fonte di grande stress, per cui per aiutarli a vivere bene è preferibile evitare anche un repentino cambio di alimentazione o un cambiamento della routine quotidiana.

L’alimentazione studiata per gatti anziani

Il gatto deve essere aiutato ad alimentarsi adeguatamente: ciò può essere fatto offrendogli alimenti completi e bilanciati offerti in piccoli e frequenti pasti, che siano molto appetibili e ad alta digeribilità. Per invogliarlo a mangiare, e per vincere la minore sensibilità del gatto anziano agli odori, è meglio evitare di somministrare un alimento che risulti troppo freddo così che possa rilasciare un aroma più intenso e invitante.

L’alimento suggerito per un gatto che si sta apprestando a vivere questa nuova fase di vita deve essere completo, bilanciato e contenere tutti i nutrienti necessari per rispondere al meglio al suo fabbisogno nutrizionale.

Gli alimenti completi e bilanciati della linea Purina Pro Plan Longevis, una formula brevettata che aumenta l’aspettativa della durata della vita del gatto favorendo la salute gastrointestinale grazie ad un prebiotico naturale formulato con fonti selezionate di proteine a supporto della tolleranza alimentare.

Purina Pro Plan Delicate Senior 7+ ricco in tacchino è un alimento completo e bilanciato scientificamente formulato per gatti anziani con digestione sensibile; Purina Pro Plan Original Senior 7+ ricco in salmone è un alimento completo e bilanciato scientificamente formulato per gatti dai 7 anni in su; Purina Pro Plan Sterilised Senior 7+ ricco in tacchino è un alimento completo e bilanciato scientificamente formulato per gatti adulti sterilizzati dai 7 anni in su.

X
Purina TI RISPONDE