Purina Pro Plan è un marchio PURINA. Scopri chi siamo.

Stomatite gatto: sintomi e cure della malattia

Primo piano di gatto grigio tigrato che sbadiglia

La stomatite felina è una delle più frequenti cause di fastidio alla bocca del gatto. Si tratta di una infiammazione, spesso molto dolorosa, che può causare anche molta sofferenza all'animale. Ecco alcuni suggerimenti su come riconoscerla e come porvi rimedio.

La stomatite felina è un'infiammazione della bocca purtroppo molto comune nel gatto di tutte le età e può essere più frequente e di maggior gravità nei gatti anziani. Può coinvolgere le gengive e la mucosa di tutto il cavo orale, provocando dolore e compromettendo così la capacità del felino di masticare e di alimentarsi.

Sintomi e cause della stomatite felina

Le cause di questa dolorosa infiammazione risiedono sia in una predisposizione del felino domestico, sia nella presenza di microrganismi che possono favorire l’insorgere della patologia. Un gatto con difese immunitarie non ottimali sarebbe più predisposto, per cui potrebbe essere possibile che la presenza di altre patologie ne faciliti l’insorgenza.
Le gengive del gatto che soffre di stomatite felina si presentano molto arrossate, ed è spesso presente alito cattivo e talvolta un’eccessiva salivazione. Il gatto con stomatite tende ad avere difficoltà nell’ assumere l’alimento e può diventare inappetente; se ciò si verifica si può notare una perdita di peso del soggetto. Il fastidio inoltre può rendere il gatto aggressivo o abbattuto. Pertanto, quando si riconosce anche uno solo di questi sintomi è opportuno consultare il medico veterinario di fiducia, che provvederà a fare la diagnosi e a indicare la cura.

Come curare la stomatite nel gatto

La stomatite felina è una patologia che necessita dell’intervento del medico veterinario, il quale prescriverà un trattamento solo dopo visita accurata. Molto importante è comunque la prevenzione: è importante mantenere l’igiene del cavo orale del gatto, e quando opportuno il medico veterinario può effettuare l’eliminazione periodica del tartaro, poiché in questo modo si aiuta a ridurre il rischio di infiammazioni e stomatite.
Per questo motivo è consigliabile programmare visite periodiche dal medico veterinario di fiducia al fine di monitorare lo stato di salute complessivo del gatto e poter intervenire tempestivamente in caso di necessità.

X
Purina TI RISPONDE